Ripensare i luoghi di lavoro

Andare in ufficio e sentirsi come a casa! La nuova sede di Progetto CRM a Milano detta il canone per i luoghi di lavoro del prossimo futuro: smart, fluidi ed ecosostenibili.

allargare una finestra

La nuova sede di Progetto CRM a Milano

“I luoghi di lavoro sono dei micro-cosmi urbani in continua evoluzione, che riproducono, a scala ridotta, le dinamiche che definiscono le città. Il modo di relazionarsi tra di noi e di vivere gli spazi sta cambiando: abbiamo davanti a noi la sfida di ri-pensare gli spazi del lavoro perché siano in grado di rispondere alle molteplici necessità dettate da questo stra-ordinario momento storico”.

Queste le parole dell’arch. Massimo Roj, amministratore delegato di Progetto CMR, una società di consulenza specializzata in Progettazione Integrata, a commento dell’iniziativa WorkCare, dedicata a supportare le aziende che desiderano reinventare i propri spazi di lavoro dopo la pandemia. Come abbiamo avuto modo di approfondire insieme nell’articolo “Progettare uffici per il benessere lavorativo”, il tema del cambiamento delle abitudini lavorative, si inserisce nel solco di un trend già esistente (lo smart working), accelerato in modo significativo dalle restrizioni imposte per il contenimento del Covid-19 e si riflette nel mutamento degli ambienti e delle modalità di immaginarli. Al centro del pensiero architettonico c’è il benessere dell’individuo: da solo, in relazione con gli altri e con l’ambiente circostante.

Un esempio concreto di queste trasformazioni è la nuova sede di Progetto CMR a Milano, inaugurata nel 2019 per celebrare i 25 anni di attività dell’impresa.

Spazi fluidi, per abitudini ibride

allargare una finestra

Interni dell’headquarter Progetto CMR a Milano

Una delle caratteristiche che rende così particolare e così innovativo questo progetto è l’interior design degli ambienti. Ogni spazio è caratterizzato da una configurazione fluida, con diversi arredi: ad esempio, ci sono le classiche postazioni per il lavoro da scrivania in open space, a fianco di “salottini” dedicati a conversazioni più informali e confidenziali, isolati da pannelli fonoassorbenti.

allargare una finestra

allargare una finestra

Interni dell’headquarter Progetto CMR a Milano

L’idea è quella di rendere lo spazio flessibile e adattabile a diverse abitudini di lavoro, richiamando in qualche modo la sensazione di essere a casa dove il piano cucina può diventare un’area call e il terrazzo il luogo perfetto per una pausa caffè.

L’alluminio Schüco: la scelta sostenibile di Progetto CMR

allargare una finestra

Headquarter Progetto CMR a Milano, sistema per facciata in alluminio Schüco ⁺FWS 50 SG (Structural Glazing) e sistema per finestre in alluminio Schüco ⁺AWS 75.SI+ (Super Insulation)

Alla base del concept della nuova sede di Progetto CRM e in linea con i suoi valori aziendale, c’è il tema della sostenibilità, sia dei materiali, sia dei consumi.

Gli obiettivi a cui doveva rispondere l’edificio, nelle intenzioni dei progettisti, era quello di garantire un’elevata efficienza energetica e una lunga durata nel tempo, nell’ottica di diminuire l’impatto ambientale. Le facciate e finestre in alluminio firmate Schüco hanno rappresentato la soluzione più funzionale per raggiungere questi scopi, grazie alle loro prestazioni:

  • Termiche, con un isolamento eccellente dal caldo e dal freddo
  • Acustiche, per eliminare i rumori esterni e favorire la concentrazione dei dipendenti
  • Di resistenza, l’alluminio è un materiale molto robusto, ideale sia contro le effrazioni, sia contro l’azione degli agenti atmosferici.

Non solo: l’alluminio Schüco è completamente riciclabile, a tutela della risorse naturali. Inoltre, il metallo permette di installare anche grandi e pesanti vetrate, massimizzando l’apporto di luce naturale e limitando l’utilizzo di quella elettrica, oltre a favorire l’assimilazione di più vitamina D anche mentre si lavora! Questo vale sia per le persone, sia per le piante: Gli uffici di Progetto CRM, anche grazie alle finestre Schüco, sono costellati di specie vegetali, che aiutano a purificare l’aria.

Un’architettura virtuosa e sostenibile è possibile anche grazie a una posa in opera di qualità dei serramenti, che garantisce le prestazioni dell’alluminio a lungo (anche oltre 30 anni). Per questo puoi contare sulla nostra rete di Premium Partner serramentisti: professionisti esperti nell’installazione di infissi, porte e finestre Schüco.

Un progetto di valore esige un’esecuzione altrettanto valida, perché, per usare le parole di Massimo Roj, “Progettare vuol dire rendere reale un’idea, dare forma a qualcosa che ancora non esiste e che sarà in grado di influenzare la vita dell’uomo che ci si relazionerà”.